Bollette 28 giorni, l’Agcom vuole maxi risarcimenti per gli utenti – WIRED


L’Agcom non si accontenta della multa da 1,16 milioni inflitta ai principali operatori che applicano la fatturazione a 28 giorni ma, in base ad uno studio più approfondito, ha calcolato che le somme pagate in eccesso corrispondono a 1,19 miliardi di euro, tanti quanti dovranno essere rimborsati a chi ha usufruito di servizi di telefonia, internet e pay tv.

Come riporta il Sole 24 Ore, secondo il garante lo storno dovrà alleggerire la prima fattura emessa a 30 giorni, scalando dall’importo totale il surplus pagato a partire dal 23 giugno.

Anche il governo si è impegnato a risolvere la questione della fatturazione a 28 giorni, proponendo diversi emendamenti al decreto fiscale e, per quanto riguarda il ministero dello Sviluppo Economico, il ministro Carlo Calenda, si era pronunciato in favore di una fatturazione sull’arco dei 30 giorni ma aveva demandato agli ordini competenti di gestire la situazione pregressa.

Durante la primavera del 2017 l’Agcom aveva già deliberato la fatturazione a 30 giorni per il rinnovo delle offerte di telefonia fissa.WIRED

Gli operatori non si sono ancora pronunciati.