Le mie riflessioni

Le Iene non valgono un Fico!

Negli ultimi tempi pare che “Le Iene” si stiano piegando a logiche di marketing, le stesse che animano molti giornali. Anche loro cercano a tutti i costi LA NOTIZIA che riscuote maggiore visibilità, perché maggiore visibilità si traduce in maggiore pubblico, maggiore pubblico significa più sponsor e quindi finanziamenti in crescita per il giornale o per la rete televisiva dove si lavora. Ma in tutto questo si perde in qualità di informazione.
Nel caso specifico la iena Antonino Monteleone, che sul uso profilo Facebook si definisce giornalista televisivo e autore, affronta la spinosa, secondo lui, questione della colf che lavora in nero a casa del Presidente Fico.  Il povero Antonino si è dovuto appostare diversi giorni, ha dovuto dare fondo alle sue doti da maratoneta per riuscire ad intervistare il Presidente Fico. Peccato che tutto questo lavoro difetta di un presupposto essenziale: la colf NON lavora a casa di Fico.
Eppure il giornalista, durante tutto il servizio, continua ad affermare che la ormai famosa Imma, la domestica presidenziale, lavora tutti i giorni nella casa napoletana dove il Presidente vive con la sua compagna Yvonne. Ma la casa NON E’ DI FICO, bensì della sua compagna e il Presidente ci va solo nel fine settimana, da ospite.
Secondo voi, quanta presa avrebbe potuto fare sul pubblico la notizia di una colf che lavora senza regolare contratto (si presume) nella dimora della compagna della terza carica più alta dello Stato? Quasi nessuna.
Se proprio si dovevano fare delle domande, queste andavano poste ad Yvonne. E perché non gliel’hanno fatte? Forse perché la compagna del Presidente sta vivendo un momento non proprio semplice, sta combattendo una battaglia contro una brutta malattia. Ovviamente accanirsi contro una persona in queste condizioni per Le Iene sarebbe stato un suicidio mediatico.
E allora si sceglie la soluzione più semplice, che è la migliore se vuoi fare ascolti, ma è decisamente la peggiore sei vuoi fare il giornalista.

Giovanni Minieri.

2 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...